ron gilad

Ron Gilad, l’anima dello specchio

Ron Gilad è famoso per i suoi oggetti di design. Gli oggetti ibridi, che uniscono l’intelletto materiale con il gioco estetico, si trovano sulla linea di congiunzione tra l’astratto e il funzionale.

Gilad è affascinato dalla filosofia degli oggetti comuni con cui viviamo. Il suo lavoro, che varia dalle sculture al pezzo da produzione, non ha “data di scadenza” e risiede in collezioni pubbliche e private in tutto il mondo.
Ron Gilad ha però anche un lato fortemente artistico e una volontà di connettere i propri lavori al pubblico, facendolo interagire nelle sue installazioni.

 

IX mirrors, Salone del Mobile, Milano, 2011

 

Esposti alla Fiera del Mobile di Milano nel 2011, Gilad presenta per la Galleria Dilmos nove specchi tutti differenti e con delle peculiarità. 

Gli specchi di Gilad sono semplici telai di legno rettangolari iniettati da storie. Il riflesso dello spettatore non è più solo obiettivo, ma contiene più del presente. L’aspetto funzionale e il design diventano secondari.

ron gilad

ron gilad

Le corde sopra il vetro, i telai dorati e la cornice in bronzo davanti al volto del visitatore non sono decorazioni. Alcuni degli specchi contengono riferimenti storici che combinano il presente con il passato; Un riferimento ad altre vite oltre alla nostra. Altri specchi giocano con la struttura, distorcendo la nostra percezione dello specchio come oggetto.

La collaborazione con la Galleria Dilmos ha portato Gilad ad esplorare il passato artistico e culturale dell’Italia. Nei suoi specchi, incorpora tessuti antichi veneziani, mosaici bizantini realizzati a Ravenna, figure intagliate a mano secondo le classiche sculture romane, pur mantenendo la propria autenticità artistica.

Per lui, l’atto di citare il passato ha due ruoli: gli da rispetto e lo ridefinisce giocosamente.

ron gilad

ron gilad

Nella serie “IX mirrors” Gilad suggerisce che l’immagine specchiata contenga un’ipocrisia che riflette solo la parte esteriore di noi. Ci chiede di contemplare una possibilità più complessa e poetica della realtà. Il titolo, come le nove vite di un gatto, rappresenta la possibilità della vita interiore o dell’anima dello specchio.


Ron GILAD

ron gilad è nato nel 1972 a Tel Aviv. Dopo alcuni anni a New York, oggi vive e lavora tra Tel Aviv e Milano. Gli oggetti ibridi di Ron Gilad abbinano l’ingegno al gioco, collocandosi sul confine fra l’astratto e il funzionale.

Riesce a stabilire una connessione tra le sue idee artistiche più astratte e i meccanismi commerciali dell’industria, convertendoli in prodotti di geniale design.

 

sito: http://www.rongilad.com/

 

 

 

Risorse

http://www.molteni.it/it/designer/ron-gilad

https://www.cassina.com/it/designer/ron-gilad

http://www.domusweb.it/en/news/2011/02/22/9-mirrors-by-ron-gilad.html